mare
 
Archivio Articoli Tieniti aggiornato!
Iscriviti ai feed RSS di nautica.patentati.it
Torna a tutte le notizie
Area Personale

Pesca allo storione: la tecnica, le esche e l’attrezzatura

aggiunto il 19-Nov-2012

Pesca allo storione beluga foto profiloPesca allo storione beluga coda sollevata
Pesca allo storione beluga foto tre quartiPesca allo storione beluga foto dal basso
 

Tecnica di pesca allo storione

La pesca allo storione è una pesca a fondo fatta con una o più canne che può essere praticata nei mari, nei fiumi e nei laghi, ma per quanto riguarda la pesca sportiva soprattutto nei laghetti privati, anche perché lo storione è un pesce molto raro ed è considerata specie protetta.
Lo storione è un pesce forte e combattivo che sta prevalentemente in profondità, si può pescare con la tecnica pesca a fondo oppure pesca con galleggiante. Una volta agganciato all’amo è consigliabile dare filo e poi recuperare, portato a riva si salpa per la coda e lo si adagia su un materasso dove viene fatta la slamatura per togliere l’amo (nella pesca sportiva catch and release).
 

Slamatura

Importante operazione da effettuare prima di rimettere il pesce in acqua, risulta più complicata quando l’amo si è conficcato in profondità nella gola del pesce. In tal caso si può utilizzare uno slamatore delle dimensioni adatte a quelle dello storione catturato. Prima di procede alla slamatura è importante bagnarsi le mani per non danneggiare la sua mucosa protettiva.
 

Attrezzatura

Per la pesca allo storione è necessario munirsi dell’attrezzatura adatta. Le canne da pesca ideali sono quelle telescopiche o quelle a tre pezzi da 4 - 4,5 metri non inferiori ai 200 gr di potenza. I mulinelli per la pesca allo storione non devono essere inferiori ai 10.000 con o senza Baitrunner, il filo deve avere un diametro che va dai 0,50 ai 0,70 mm (monofilo in nylon), gli ami dall’1/0 al 5/0, le girelle non inferiori alle 70/80 libbre e il terminale da 30 - 50 cm di lunghezza. Essendo lo storione un pesce da fondo non è necessario l’uso del galleggiante, ma si può pescare utilizzando entrambe le tecniche anche contemporaneamente se si dispone di due canne: la pesca a fondo e la pesca con galleggiante.
 

Esche per la pesca allo storione

Le esche per la pesca allo storione sono tranci di altro pesce (ad esempio sardina, trota, gamberetto, mazzancolla, salmone affumicato) e, curiosamente, i formaggini Tigre che pur non essendo cibo abituale ingolosiscono lo storione.
 

Specie di storione

Sono oltre 15 le specie esistenti di storione, anche se le più conosciute sono lo storione bianco, lo storione comune, lo storione huso huso (più noto come storione beluga) e lo storione cobice. Le dimensioni di questo pesce variano in base alla razza e all’età, con esemplari che possono superare i 400 chilogrammi. E’ un pesce longevo, con aspettative di vita simili a quelle dell’essere umano, ma è sempre più raro a causa del crescente inquinamento dei fiumi e dell’eccessiva pesca allo storione praticata per le sue carni pregiate e per l’ambitissimo caviale ricavato dalle sue uova.

Un ringraziamento a Mauro Rossetto per le foto forniteci relative alla pesca allo storione.

 
 

stai visualizzando 0 commenti su 0 totali
 Lascia un commento

per commentare gli articoli devi fare il login
se non sei ancora registrato clicca qui per entrare a far parte della nostra community!

caratteri scritti: 0 su 1000 massimi

© 2014 - nautica.patentati.it | condizioni | privacy | contatti